Image by Ricardo Gomez Angel

Psicoterapia Neo-Funzionale 
 

La Psicologia Funzionale, o Neo-Funzionalismo, nasce sin dagli anni ‘70 per opera dello psicoterapeuta Luciano Rispoli e da una ristretta cerchia di studiosi e professionisti del settore in seguito a studi, ricerche ed esperienze in campo clinico ed evolutivo. Si avvale inoltre dei più recenti contributi della psicofisiologia, delle neuroscienze e delle ricerche più attuali sulla vita prenatale e neonatale.

 

Tale approccio si caratterizza per una teoria, e quindi di un intervento, specifica del rapporto mente-corpo guardando alla persona nella sua unitarietà e multidimensionalità. La persona é quindi vista nell'interezza del suo Sé, ed il Sé e le Funzioni psicocorporee che lo compongono vengono idealmente suddivise in quattro piani: cognitivo (pensieri, consapevolezza, ricordi, etc.), emotivo (gioia, tenerezza, rabbia, paura, etc.), fisiologico (neurovegetativo, tono muscolare, soglie percettive etc.) e posturale (postura, movimenti, gesti, etc.).

La diagnosi ed il lavoro terapeutico che ne discende risultano altamente specifici e calibrati sulla persona e sui suoi bisogni.

 

Poiché nella pratica clinica si lavora su tutte le aree del Sé, alle tecniche verbali si affiancano tecniche che includono il lavoro sulla respirazione, sulla consapevolezza delle sensazioni, tecniche di immaginazioni guidata, di rilasciamento profondo e di contatto-massaggio.

 

Se vuoi approfondire il modello Funzionale, puoi visitare la pagina

www.psicologiafunzionale.it